Del perché guardare giocare gli altri possa essere più interessante che giocare al gioco stesso

Una delle obiezioni più frequenti nei confronti del fenomeno degli esports (e dello streaming di videogiochi in generale) è quella del “perché guardi gli altri giocare al posto di giocare?”.
Una prima risposta potrebbe essere quella di rievocare antichi ricordi legati alle sale giochi: in attesa del proprio turno o in presenza di un giocatore particolarmente abile guardare un altro giocare al posto nostro era un fatto piuttosto naturale. Oppure quelle occasioni in cui si andava a trovare un amico particolarmente preso da un gioco in single player e lo si osservava in attesa che finisse per poi fare altro. Alle volte la cosa poteva essere scocciante ma ho anche ottimi ricordi legati ad eventi del genere (come la prima run di Resident Evil).
Trovati esempi che risalgono ad ere in cui il concetto di streaming non esisteva ora passiamo all’analisi delle motivazioni che mi spingono a guardare altri giocare:
1) Interazione col giocatore
Coloro che amano frequentare streaming amatoriali sanno benissimo di cosa stiamo parlando. Questo è paragonabile a guardare un amico giocare, dargli consigli sul da farsi e godersi gli eventuali risultati. L’interazione tra gli spettatori amplifica di molto il tutto rendendo l’esperienza unica. Che sia cazzeggio senza pretese o scambio prolifico di opinioni adoro passare almeno un’ora ogni giorno in questa maniera. Evito di fare pubblicità al mio stream preferito perché non la merita 😀 .
2) Gioco competitivo
Ora qui dobbiamo aprire una ulteriore parentesi: premesso che non tutti i giochi siano competitivi è fuor di dubbio che una buona parte di essi si sia sempre prestata ad una competizione tra i giocatori. Se un tempo la competizione era squisitamente indiretta e si basava su punteggi o tempi di completamento con l’arrivo dei picchiaduro a torneo l’aspetto competitivo si è palesato in tutto il suo splendore. Non c’è voluto molto prima che si sia passati da scontri amatoriali a forme organizzate con tanto di premi. Dal punto di vista storico basti guardare a quello che Starcraft è riuscito a realizzare (tuttora ha ancora un grosso seguito) in Corea: le partite dei professionisti trasmesse attraverso i canali televisivi, i giocatori diventati delle celebrità esattamente come gli atleti e persino i primi scandali legati ad un giro di partite truccate e scommesse.
3) Imparare seguendo l’esempio dei giocatori migliori
Immaginate che mentre stiate imparando le basi di uno sport di avere le indicazioni di un atleta professionista. Imparereste più velocemente, giusto? Con i videogiochi è possibile trovare ad ogni ora del giorno e della notte qualcuno che gioca spiegando il perché delle sue azioni, delle sue scelte e magari anche dei suoi errori. E’ uno strumento potentissimo nelle mani di un osservatore attento che potrà replicare e sperimentare partendo da una base solida che altrimenti non avrebbe (o si sarebbe dovuto faticosamente costruire da solo). A questo proposito sono emblematici i video di sessioni di coaching dove un giocatore più esperto insegna ad un suo collega a migliorarsi.

Sulla base di queste argomentazioni che spero siano il più possibile oggettive concludo che in molti casi la tesi esposta possa essere vera. O almeno nel mio caso può essere una scusa plausibile per un utilizzo siffatto del mio tempo libero 🙂 .

Annunci

Informazioni su Fabio

Studente universitario (pessimo), scrittore a tempo perso, fine estimatore di libri e musica (ma anche no), nippomane.
Questa voce è stata pubblicata in La voce di Radio Atashi e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...