Dischi a caso: episodio pilota

Uno dei punti di vista privilegiati dalle intenzioni iniziali del blog doveva essere quello musicale. I dischi che mi piacciono, i pezzi che sto ascoltando in un determinato periodo, uno sguardo nostalgico agli album che avevano caratterizzato la mia adolescenza (che a detta di molti non è mai terminata 😀 ).
In questa nuova rubrica andremo a parlare di un disco rigorosamente preso a caso tra quelli che ho ascoltato ed ho a disposizione. Cominciamo!

L’album di cui voglio parlarvi è “Keeper Of The Seven Keys – Part II”, a mio parere uno dei dischi power metal più significativi ed importanti. Se non sapete cos’è il power metal vi basti sapere (citando wikipedia): “È uno stile di heavy metal dalle caratteristiche melodiche che utilizza chitarre dalle armonie acute, e voci potenti. È anche uno stile epico, con brani di lunga durata e tematiche riguardanti la mitologia, il fantasy, la fantascienza e la metafisica“.
A distanza di tanti anni ancora ringrazio uno dei miei amici per avermelo prestato (c’era un periodo in cui i dischi si scambiavano… a dirlo ora sembra quasi un’assurdità). Per il me stesso di allora ascoltarlo fu un’esperienza incredibile ed il 90% dei gruppi che veneravo venne brutalmente ridimensionato: se dei ragazzi erano riusciti a fare la stessa cosa mille volte meglio e con dieci anni di anticipo qualcosa vorrà pur dire 😀 .
Quello che vi trovate davanti è un disco epocale, dove ogni cosa è semplicemente perfetta e nulla è fuori posto. Canzoni veloci, melodiche e dai testi ironici ed intelligenti. Una voce che non conosce eguali, due chitarristi affiatati ed uno stile che verrà copiato da centinaia di gruppi. Ma non lasciatevi ingannare, c’è spazio anche per un pezzo epico e complesso come la titletrack che saprà stupirvi ed emozionarvi pur durando quasi 14 minuti. Che altro dire? Ascoltatelo e non ve ne pentirete!

Highlight (tre pezzi scelti con criteri pseudocasuali)

 

P.S.: fatemi sapere che ne pensate, ogni feedback è ben accetto 😉

Annunci

Informazioni su Fabio

Studente universitario (pessimo), scrittore a tempo perso, fine estimatore di libri e musica (ma anche no), nippomane.
Questa voce è stata pubblicata in Radio Atashi consiglia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...