Quicksand

Il tempo scorre senza problemi, mentre mi avvicino all’inevitabile.
Un pezzo di Bowie mi fa da sottofondo. Rifletto sull’eventualità che ogni cosa fatta finora sia stata un errore.
Un insieme di contraddizioni mi distingue dal pensiero dominante.
Sottovoce non faccio altro che proclamare la mia indipendenza, i miei gusti, le cose che amo.
E’ ovvio che le mie parole siano inascoltate.

“I’m sinking in the quicksand of my thought
and I ain’t got the power anymore”

Perdo il mio tempo in maniere incredibili, potrei scrivere un saggio sull’argomento.
E’ inutile dannarsi per cercare una risposta, il semplice fatto che stia ancora a chiedermelo è parte del problema.
Se qualcuno mi chiedesse “come stai?” non potrei che rispondergli citando i CCCP.
Qualcuno direbbe tristezza a palate, qualcun’altro pessimismo cosmico.
Io, con somma immodestia, mi limito a delineare in maniera confusa il mio stato d’animo.

“Don’t believe in yourself
Don’t deceive with belief
Knowledge comes with death’s release”

Annunci

Informazioni su Fabio

Studente universitario (pessimo), scrittore a tempo perso, fine estimatore di libri e musica (ma anche no), nippomane.
Questa voce è stata pubblicata in La voce di Radio Atashi e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...